giovedì 28 maggio 2015

Tajin d'agnello e melanzane con cous cous, frutta secca e pomodori allo zafferano

Ed eccovi un'altra stupenda ricetta in stile marocchino, sempre gustosa ma soprattutto sempre profumata, accompagnata dal classico cous cous e da profumati pomodori allo zafferano saltati in padella. Sempre per 4 persone.

  • gr: 300 di agnello e pezzi senza ossa,
  • 1 cucchiaino di Garan masala,
  • 2 melanzane nere,
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo,
  • gr: 50 di pistacchi,
  • 1 pizzico di semi di cumino,
  • cous cous 1 tazza tipo quelle da colazione,
  • 4 pomodori misti: lunghi, rotondi, verdi, gialli...
  • 1 peperoncino e 4 cipollotti,
  • 2 limoni confit,
  • 1 pizzico di zafferano in stimmi,
  • mezzo mazzetto di coriandolo,
  • 2 cucchiai di yogurt magro,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
Sistemare i pezzi di carne sul tagliere e condire con sale, pepe
e il Garan masala, coprire con la carta forno e battere i pezzi
di carne, quindi mettere in padella già calda con 2 cucchiai di
olio d'oliva e rosolare per circa 10 minuti facendo saltare i pezzi
gni tanto. Mettere le melanzane intere nel forno a microonde e
cuocere alla massima temperatura per 7 minuti. Sistemare il
cous cous in una ciotola e aggiungere 2 tazze colme di acqua
bollente, un pizzico di sale e coprire per 10 minuti. Mettere lo
zafferano in un bicchiere e aggiungere un po' d'acqua bollente e
tenere da parte.Togliere le melanzane dal forno, aprirle a metà
schiacciando la polpa con una forchetta  e posarle così aperte nella padella insieme alla carne per dare loro un poco di croccantezza intanto che la carne termina la sua cottura.
In un padella calda tostare i pistacchi insieme ai semi di sesamo e il cumino e versarli nel mortaio, pestandoli appena si freddano un po' e mettere nella stessa padella il peperoncino e i cipollotti affettati finemente, aggiungere i limoni confit tritati a coltello e rosolare con 2 cucchiai di olio d'oliva, quindi aggiungere i pomodori a pezzi facendo saltare a fuoco vivace, versare lo zafferano con la sua acqua e un pizzico di sale lasciando insaporire qualche minuto.

mercoledì 27 maggio 2015

Pollo alla griglia e insalata di quinoa

Per tutti i colori ed i sapori , questo piatto è un omaggio alla cucina californiana che ho amato quando sono stato a San Francisco: una terra piena di tutti i prodotti che la natura può offrire. Preparate l'occorrente e invitate i vostri amici. Le dosi bastano per 4 persone.
  • 2 petti di pollo interi,
  • 1 cucchiaino di paprika affumicata,
  • 1 cucchiaino di pepe della Giamaica,
  • 1 peperone rosso e 1 giallo,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
e per l'insalata:
  • gr: 300 di quinoa (o cous cous),
  • 2 peperoncini e 3 cipollotti,
  • gr: 100 di spinacino,
  • 1/2 mazzetto di coriandolo e 1/2 di menta,
  • 1 limone bio,
  • 1 mango e 1 avocado maturi,
  • gr: 40 di feta,
  • 1 vaschetta di crescione baby,
  • 3 cucchiai di yogurt magro,
Cuocere la quinoa in abbondante acqua salata, coperto per
15 minuti circa e intanto fare il condimento per condirla: 
mettere nel robot 1 peperoncino, il coriandolo, la menta e 
gli spinaci e tritare il tutto finemente.
Intanto sistemare i petti di pollo sul tagliere, salare e pepare, 
condire con il pepe della Giamaica e la paprika affumicata, 
distribuire bene su tutta la superficie e coprire con la carta forno, 
quindi battere i petti con un mattarello per fare insaporire bene e mettere 
in una padella calda, a fuoco medio, con 2 cucchiai d'olio e rosolare.
Aprire i peperoni e togliere il peduncolo con i semi e fare a pezzi
e aggiungere nella stessa padella con il pollo non appena lo girate, 
e rosolare insieme fino a cottura del pollo che, per la presenza 
del pepe della Giamaica, si scurirà come se fosse bruciato 
ma non vi preoccupate perchè è normale. Togliere il pollo
dalla padella e metterlo su un piatto per affettarlo a strisce.
Adesso controllare la cottura della quinoa, scolare e 
sistemare al centro di un tagliere grande e condire con il trito 
ancora nel robot, 2 cucchiai di olio, il succo di 1 limone e mescolare bene,
aggiungere il mango tagliato a dadini, l'avocado aperto a metà e 
prelevato a cucchiaiate come se fosse un gelato, i peperoni spadellati e 
il pollo già affettato, distribuire il crescione e il formaggio feta sbriciolato
e per ultimo fiocchi di yogurt e 1 peperoncino affettato finemente.

martedì 26 maggio 2015

Sgombro alla griglia, insalata di pomodori e quinoa


Ogni tanto sento proprio il desiderio di qualcosa di assolutamente fresco e genuino, e cosa c'è di meglio di un buon pesce azzurro, freschissimo, arrostito sulla griglia mentre sprigiona un gradevolissimo odore di mare...
Se poi lo accompagniamo con una delicata insalata di pomodori e qinoa il gioco è fatto: un pranzetto genuino
come un picnic in riva al lago ma sul nostro terrazzino.
  • 4 sgombri freschissimi,
  • 4 spicchi d'aglio e 2 rametti di rosmarino,
  • quinoa 1 tazza tipo quelle da colazione,
  • 1 limone bio e 1 peperoncino fresco,
  • gr: 500 di pomodori da insalata misti,
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico,
  • 2 cucchiai di yogurt magro,
  • 2 cucchiai di salsa al rafano piccante,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
Mettere a cuocere la quinoa in un tegame con 2 tazze colme di acqua già calda, salare e aggiungere mezzo limone in cottura per
aromatizzare e che toglieremo poi. La quinoa cuocerà in circa 15/ 18 
minuti a fuoco moderato e con il coperchio fino a che avrà 
assorbito tutta l'acqua. Togliere dal tegame 
e sistemare al centro del tagliere.
Praticare dei tagli in diagonale sui pesci già privati delle
interiora( fatelo fare al pescivendolo) e sistemateli su una 
griglia ben calda e NON TOCCARE prima che siano ben 
arrostiti su un lato e poi girare delicatamente per continuare 
la cottura anche dall'altro lato. Aggiungere nella griglia il 
rosmarino e gli spicchi d'aglio schiacciati per profumare 
il tutto. Intanto tagliare a spicchi i vari pomodori, affettare il 
peperoncino e sistemarli tutto intorno alla quinoa già sul tagliere 
e condire con 2 cucchiai d'olio d'oliva, sale, pepe e l'aceto 
balsamico, quindi togliere i pesci dalla griglia e sistemarli sulla quinoa 
l centro del tagliere accompagnando con una salsa a basa di yogurt 
e rafano piccante in uguale misura mescolati insieme.

Orata in salsa alla marocchina e zafferano, su cous cous e melograno

Oltre al gusto tipico della cucina marocchina, l'aroma che si spanderà in cucina è la chiave di questo piatto, sentori di spezie e semi tostati faranno il resto.
Serviremo questa portata su un letto di cous cous per un pranzo unico e sfizioso: i meravigliosi profumi orientali ripagheranno quest'ottima cena. Le dosi sono sufficienti per 4 persone.


  • 4 orate freschissime, private della testa,
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo,
  • gr: 50 di pistacchi,
  • 4 cipollotti,
  • 1 bustina di zafferano,
  • 2 cucchiaini di harissa,
  • 2 cimette di timo fresco,
  • cous cous 1 tazza tipo quelle da colazione,

e per la salsa:
  • 6 falde di peperone arrostito e spellato(va bene quello pronto),
  • una decina di albicocche secche,
  • 1 limone confit (in salamoia),
  • poche foglie di coriandolo fresco,
  • 1 melagrana,
  • 2 cucchiaini di acqua di rose,
  • 4 cucchiai di yogurt magro.

Prima di iniziare le varie cotture prepariamo i pesci: devono essere privati della testa così possiamo sistemarli tutti e 4 insieme nella stessa padella.
Con un coltello affilato praticare delle incisioni nella carne del pesce: in diagonale praticare 3 tagli a distanza di 1 centimetro e altri 3 nel senso opposto, in modo da formare, con i tagli, una specie di griglia e fare altrettanto
anche dall'altro lato e su tutti i pesci. Quindi salare, pepare e
versare un filo d'olio sui pesci e massaggiare leggermente per
insaporire la carne. Mettere lo zafferano in una tazza con un po'
d'acqua calda e lasciare in infusione. Mettere il cous cous in una
ciotola e versarvi sopra 2 tazze di acqua bollente, un filo d'olio,
salare e coprire per 10 minuti. In una padella grande versare i
semi di sesamo e i pistacchi e e fare tostare quindi togliere dalla
padella i semi e adagiarvi le 4 orate già preparate. Cuocere bene
il primo lato e NON TOCCARE prima che si sia ben rosolato,
occorreranno circa 4 minuti e poi girare i  pesci delicatamente per non spezzarli. Tritare i cipollotti e metterli sul pesce una volta girato insieme a 1 cucchiaino di harissa, le foglie di timo fresco e lo zafferano con la sua acqua, quindi coprire con 1 foglio di carta forno bagnata e strizzata e continuare la cottura per 8 minuti. Nel robot mettere i peperoni grigliati, il limone in salamoia, le foglie di coriandolo, le albicocche secche e il succo di mezza melagrana(n.b. tagliare e spremere come se fosse un limone facendo passare il succo attraverso un colino), un pizzico di sale e frullare fino ad ottenere una salsa. In un piatto da portata versare il cous cous sgranato e distribuire bene sul piatto, quindi versare sopra a cucchiaiate la salsa del frullatore e sistemarvi sopra il pesce con tutto il suo sughetto. per ultimo i semi di sesamo e  i pistacchi precedentemente tostati, i chicchi dell'altra metà di melagrana( si ottengono battendo con un cucchiaio sul dorso del frutto tagliato direttamente sul cous cous)e foglie di coriandolo. Nella tazza vuota dello zafferano mettere 1 cucchiaino di harissa e diluire con i 2 cucchiaini di acqua di rose e versare questa salsina sullo yogurt, mescolando leggermente per marmorizzare il composto.
Servire il tutto con lo yogurt condito.

Hamburger sfizioso, finta maionese e insalata

Troverete un gusto in questo hamburger che sono sicuro apprezzerete e amerete, ne farete tanti e i vostri bambini ne faranno scorpacciate( se poi pensate che lo avete fatto voi con ingredienti di prima qualità...). Le dosi indicate bastano per 4 persone.

  • gr: 500 di tritato di manzo di prima scelta,
  • 1 cucchiaino di senape,
  • ml: 50 di birra,
  • 4 panini integrali,
  • 1 grosso pomodoro e 4 cetriolini sottaceto,
  • 4 cucchiai di salsa ketchup,
  • 2 cucchiai di yogurt e 1 di salsa worcester,
  • 1 cavolo cappuccio bianco,
  • 2 belle carote e 1 cipolla rossa,
  • 1 pera matura,
  • gr: 100 di rucola,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
Mettere il tritato in una ciotola,salare,pepare, aggiungere la senape e la birra e impastare per amalgamare,
quindi dividere in 4 parti e formare delle palline che andranno 
schiacciate per dare la forma di hamburger, sistemare in una 
padella ben calda con 2 cucchiai d'olio e fare dorare
bene prima di girare e intanto preparare la finta maionese mescolando 
2 cucchiai di yogurt con 1 cucchiaio di salsa worcester e sistemarla in 
una ciotolina. Mettere i panini in forno caldo a 130° per averli caldi 
quando gli hamburger saranno pronti. Preparare pure l'insalata mettendo 
nel robot con la lama affettatrice: il cavolo cappuccio tagliato in 4 parti, 
poi le 2 carote,la cipolla e la pera e versare il tutto in un piatto da portata dove abbiamo già preparato sul fondo 2 cucchiai di olio d'oliva, 2 di aceto di vino rosso o la salamoia dei cetriolini, sale e pepe, aggiungere la rucola  e mescolare l'insalata lasciando insaporire. Per ultimo affettare il pomodoro per ottenere 4 fette e i cetriolini. Aprire i panini e sistemare prima 1 fetta di pomodoro, poi la carne e i cetriolini, condire con un cucchiaio di salsa allo yogurt e chiudere con l'altra metà di panino non prima di averlo spalmato di ketchup:
semplicemente favoloso!

sabato 23 maggio 2015

Panino con pollo alla messicana e guacamole

Se stasera non avete voglia di stare ore davanti ai fornelli seguite il consiglio di Jamie: procurate una bella baguette e fatevi questo stupendo panino...: in un attimo sarete catapultati in un'altra dimensione per i profumi, i colori, ma soprattutto per i sapori.

  • 1 baguette;
  • 2 petti di pollo e 4 fettine di bacon;
  • 1 pizzico di origano e 1 di cumino;
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.;
e per accompagnare:

  • 2 avocado maturi;
  • 1 mazzetto di coriandolo;
  • 2 cipollotti e mezzo peperoncino fresco;
  • 2 lime e 7 o 8 pomodorini;
  • 1 lattuga romana e dei ravanelli;
  • gr: 50 di crescione e 1 pizzico di origano;
  • gr: 40 di formaggio feta;
  • 2 cucchiai di aceto rosso;
  • peperoncini piccanti sottaceto.
Su un foglio di carta forno mettere i petti di pollo, salare , pepare, mettere il cumino e l'origano, coprire con la carta e battere i petti per assottigliare e aromatizzare.
Mettere in una padella già calda le fettine di bacon e fare colorire quindi togliere dalla padella, tenere da parte e mettere in padella i petti di pollo facendo arrostire bene da ambo i lati per circa 8 minuti e intanto prepareremo la salsa guacamole: mettere nel frullatore il coriandolo, il mezzo peperoncino e i cipollotti spezzettati e frullare quindi aggiungere gli avocado aperti e spremuti con le mani, i pomodorini il succo dei 2 lime, un pizzico di sale e un filo d'olio e frullare nuovamente fino ad ottenere una crema ruvida che verseremo in una ciotola. mettere il pane a scaldare in forno caldo per 5 minuti e preparare l'insalata con la lattuga a pezzi, il crescione, i ravanelli e la feta sbriciolata che condiremo con una salsina preparata in una piccola caraffa con 2 cucchiai di olio e 2 di aceto, sale, pepe e un pizzico abbondante di origano e mescolare bene prima di versare sulle verdure. Togliere i petti di pollo dalla padella e rimettere le fettine di bacon tenuti da parte nella padella ancora calda per scaldarli nuovamente, mettere sul tagliere e affettare il pollo a strisce di cm: 1 circa. Tagliare la baguette a metà e condire con una generosa mano di salsa guacamole entrambi i lati sopra e sotto, aggiungere le strisce di pancetta e il pollo affettato, richiudere il pane e accompagnare con l'insalata già condita. 

Kofta d'agnello, pane pita, cous cous e insalata greca

Preparate l'occorrente e sistemate tutto su un tagliere bello grande, chiamate a raccolta la famiglia e ritrovatevi tutti insieme a condividere queste bontà ma soprattutto divertitevi a stare insieme tutta la famiglia, intorno al tavolo e mangiando dallo stesso piatto proprio come una volta...
Il piatto in questione sono delle gustosissime polpette d'agnello tipiche della cucina greca accompagnate dal pane pita dove poterle inserire insieme all'insalata e al cous cous.
  • gr: 400 di carne trita d'agnello,
  • 1 cucchiaino di spezie garam masala,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
  • gr: 100 di pistacchi tritati,
  • 1 cucchiaino di miele,
  • 2 cimette di timo fresco,
  • 4 pane pita già pronto,
  • cous cous 1/2 tazza tipo quelle da colazione,
  • 1 peperoncino e 1/2 mazzetto di menta,

e per l'insalata:

  • 1 lattuga iceberg e 2 peperoncini,
  • 1/2 cetriolo e 1/2 cipolla,
  • 4 cucchiai di yogurt e 1 limone bio,
  • gr: 40 di feta,
  • gr: 100 di pistacchi,
  • foglie di timo fresco e 1 cucchiaino di miele.
Mettere la carne trita in una scodella, aggiungere sale, pepe e il garam masala e impastare, quindi dividere in 8 parti e con le mani bagnate formare 8 polpette dando loro una allungata che andranno sistemate in una padella calda con 2 cucchiai d'olio, soffriggere e girare solo quando sono ben dorate e intanto mettere nel robot il peperoncino e mezzo mazzetto di menta e tritare bene, quindi aggiungere nella stessa ciotola del robot il cous cous e una tazza colma di acqua bollente, un pizzico di sale, mescolare e coprire per 10 minuti. Dividere l'insalata in 4 quarti e sistemare sul tagliere, aggiungere i pomodorini tagliati a metà, i peperoncini affettati finemente e le olive, quindi grattugiare il cetriolo e la cipolla nella grattugia a fori grandi, salare,
mescolare e dopo qualche minuto spremere il tutto per togliere l'acqua
di vegetazione quindi condire con una salsa ottenuta versando lo yogurt
in una ciotola, aggiungere il succo del limone e un pizzico di sale e pepe
e mescolare con le verdure tritate. Distribuire questa salsa sui quarti di
lattuga e per ultimo aggiungere la feta sbriciolata. Mettere i 4 pane pita
già tagliati in 2 parti, a scaldare al massimo per 2 minuti al microonde,
quindi sistemarle sul tagliere avvolte in un tovagliolo per tenerlo al caldo.
Versare i pistacchi nella padella insieme alle polpette già pronte
tostandole qualche minuto, aggiungere il miele a filo lasciando
caramellare il tutto. Sistemare pure le polpette sul tagliere: ognuno
si servirà mettendo un polpetta e un po' di insalata dentro ogni metà di pane come fosse una piccola coppetta

venerdì 22 maggio 2015

Cozze in salsa alla marocchina, salsa tzatziki e crostini

Lo so, già vi siete spaventate pensando chissà quale tipo di aroma strano bisogna comprare o se il vostro gusto lo apprezzerà. Mi sono proposta di farvi provare un po'di cucina internazionale e farvi conoscere tutti quei sapori dati dalle spezie che, vi garantisco entreranno a far parte della vostra cucina e non ne farete più a meno. Grazie a Jamie ho conosciuto i profumi di un mondo lontano ma così vicino da gustarne addirittura il sapore.
Le dosi che vi consiglio bastano per una cena per 4 persone e per accompagnare, faremo dei bei crostini conditi ed una bella insalata presentata in modo diverso dal solito.

  • kg: 2,5 cozze già pulite e scolate,
  • 2 barattoli di pomodoro pelato da gr: 400,
  • 2 spicchi d'aglio,
  • 1 bustina di zafferano,
  • coriandolo fresco,
  • 1 cucchiaio di harissa,
  • 1 limone in salamoia,
  • salsa tapenade alle olive o pomodoro secco,
  • olio d'oliva evo,sale e pepe.

Versare nel robot i 2 pelati, l' harissa,1 spicchio d'aglio spremuto
allo spremiaglio e una spolverata di paprika dolce),sale,
pepe , i gambi del coriandolo e il limone in salamoia
frullare il tutto fino ad ottenere una salsa fine. Intanto in
na teglia capace di contenere le cozze, versare 4 cucchiai d'olio,
gli spicchi d'aglio spremuti e rosolare appena quindi aggiungere
il contenuto del robot e portare a bollore. Aggiungere le cozze
e il mezzo limone non spremuto, coprire bene con 2 fogli di
carta stagnola e cuocere a fuoco alto per 5 minuti. Aprire la
stagnola un attimo prima di portare in tavola e spargere le foglie
di coriandolo e del prezzemolo. I  crostini ancora caldi andranno
strofinati con uno spicchio d'aglio e spalmati a vostro piacere con
un leggero strato di pasta di olive nere o pomodoro secco.
Presentare l'insalata tagliando un cuore di lattuga in 4 parti e condita
con una salsa fatta con 1/2 cetriolo grattugiato
in modo da ottenere dei fili lunghi e condito con qualche foglia
di menta tritata fine, sale e pepe. Mescolare qualche minuto
con le mani per far sì che il sale estragga tutto il liquido dal cetriolo,
quindi spremere bene, aggiungere 1 vasetto di yogurt magro,
l'olio e il succo di mezzo limone. Mescolare bene e versare
questa salsa sui quarti di lattuga preparati.

Farfallette alla crema di funghi misti e insalata croccante

Vi garantisco che questa speciale crema di funghi misti e gremolada farà del vostro pranzo: un pranzo speciale! Accompagneremo il piatto con un'insalata croccante e gustosa.

  • gr: 300 funghi freschi misti,
  • gr: 20 funghi porcini secchi,
  • 2 spicchi d'aglio tritati allo spremiaglio,
  • 1 peperoncino secco oppure in polvere,
  • timo fresco,
  • olio d'oliva, sale e pepe,
  • gr: 150 fiocchi di latte o panna da cucina,
  • prezzemolo,
  • scorza di limone grattugiata,
  • gr: 320 pasta tipo farfallette.

e per l'insalata:

  •  gr: 100 di spinacino fresco,
  • 1 mela  rossa,
  • gr: 150 di formaggio gorgonzola gustoso,
  • gr: 75 di nocciole sgusciate.
  • succo di 1/2 limone.

Preparare la pentola per la cottura della pasta e aggiungere
il sale insieme alla pasta quando l'acqua bolle.
Per prima cosa ammollare i funghi secchi in una
azza con un po' d'acqua calda per una decina di minuti,
quindi pulire i funghi freschi e spezzettarli a piacere.
Fatto ciò scaldare una capace padella e versarvi 2 cucchiai
abbondanti di olio, l'aglio tritato, il peperoncino, le foglie
di 2 o 3 rametti di timo e per ultimo i funghi.
Aggiungere pure quelli ammollati e il loro liquido opportunamente
filtrato.Fare saltare bene, salare pepare e lasciare asciugare
un po' il liquido che i funghi cominceranno a rilasciare.
A questo punto versare tutto nel robot e frullare il tutto
per creare una salsa dalla consistenza da voi desiderata:
si può fare bella fine e vellutata oppure la si può lasciare
un po' più granulosa e rustica ( lascio la scelta al vostro
gusto e alla vostra creatività). Rimettere il tutto nella padella
precedente e diluire con un mestolo di acqua della cottura
della pasta e far insaporire qualche minuto. Intanto tritare il
prezzemolo e mischiare con la scorza grattugiata del limone.
Scolare la pasta e versare nella padella  con la salsa ai funghi,
aggiungere la metà del trito di prezzemolo e scorza di limone,
unire la panna  (oppure i fiocchi di latte per una cucina ligth) e
qualche mestolo di acqua di cottura della pasta preventivamente
messa da parte.Raggiunta la consistenza desiderata impiattare decorando i piatto con il resto del trito di prezzemolo e scorza
di limone. In un piatto grande versare le foglie di spinacino e
la mela tagliata a fiammifero. condire con olio, sale e pepe e
mescolare bene quindi sbriciolare tutto il gorgonzola e per ultimo
le nocciole tostate preventivamente in un padellino e ben calde.

giovedì 21 maggio 2015

Rustici di pasta fillo, vellutata ai mirtilli e insalata di melograno

Stasera prepareremo una cenetta particolarmente sfiziosa grazie alla presenza dei rustici, tipici della cucina marocchina accompagnati da una deliziosa salsa vellutata ai mirtilli e una coloratissima insalata al melograno, per una serata particolare.
  • 1 conf. di pasta fillo,
  • gr: 200 di formaggio camembert,
  • gr: 100 di noci sgusciate,
  • 1 mazzetto di erba cipollina tritata(o menta o basilico),
  • 1 limone bio,
per la vellutata:
  • gr: 80 di mirtilli americani secchi,
  • ml: 120 di cherry o porto,
  • un pizzico di zenzero in polvere,
  • un pizzico di chiodi di garofano in polvere,
  • 2 steli di timo fresco,
e per l'insalata:
  • 1 melagrano maturo,
  • gr: 100 di crescione,
  • 1 mela,
  • 2 cucchiai di aceto balsamico,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
In una ciotola schiacciare il formaggio con lo schiacciapatate 
insieme a metà mazzetto di erba cipollina, la scorza grattugiata 
del limone e le noci tritate e usare questo impasto per riempire 
i rustici. Usare 4 fogli di  pasta fillo che andranno piegati in 2, sistemare l'impasto su ogni foglio e arrotolare come se fosse un grosso sigaro senza stringere troppo, chiudere piegando i laterali e mettere sulla padella calda girandoli ogni 2 minuti per colorire uniformemente e intanto prepareremo la salsa ai mirtilli mettendoli a bagno nel vino scelto, quindi scaldare aggiungendo lo zenzero e i chiodi di garofano in polvere e le foglie di timo, aggiungere ml: 50 di acqua e cuocere 5 minuti e poi frullare tutto nel frullatore. Preparare un piatto da portata per l'insalata, tagliare il melograno a metà e premere il succo come fosse un limone sul fondo del piatto, spargere 2 cucchiai d'olio, 2 di aceto balsamico, un pizzico di sale e il pepe, quindi distribuire l'altro mezzo mazzetto di erba cipollina, il crescione e la mela tagliata a fiammifero e i chicchi dell'altra metà del melograno battendo sul dorso della buccia con un cucchiaio direttamente sull'insalata, mescolando all'ultimo momento. Servire i rustici su un letto di salsa calda ai mirtilli e l'insalata decorata con erba cipollina.

domenica 17 maggio 2015

Curry vegetariano, riso aromatico e poppadom

Non mi stanco mai di cucinare il curry: tutte le volte è una scoperta di gusto, infatti questo curry con il cavolfiore arrostito e il gusto dolce aspro dell'ananas è una vera goduria. Tutto ispirato alla cucina indiana, questo piatto scalda veramente il cuore con l'inconfondibile aroma che si spande per la casa, dato dalle spezie e dalla cura nel cucinare il tutto. L'esperienza di Jamie per me è stata la chiave per aprire la porta sul mondo delle cucine internazionali. Le dosi bastano per 4 persone.
Curry vegetariano, riso aromatico e poppadom
  • 1 cavolfiore piccolo di circa 700 gr,
  • 4 cipollotti e 2 spicchi d'aglio,
  • 1 cucchiaino di semi di senape,
  • 1 cucchiaino di fieno greco,
  • 1 cucchiaio di curcuma,
  • una manciata di foglie di curry fresche o secche,
  • 1 peperoncino e 1 pezzo di zenzero di cm: 5,
  • 1 mazzetto di coriandolo,
  • 2 pomodori maturi,
  • 1 conf. di latte di cocco,
  • 1 conf. di ceci lessati,
  • 4 fette di ananas sciroppato,
  • 5 cucchiai di yogurt magro,
  • riso basmati 1 tazza tipo quelle da colazione,
  • 10 chiodi di garofano e 1 limone bio,
  • poppadom già pronti,
  • 3 cimette di menta fresca,
Mettere il riso in un tegame già caldo e aggiungere 2 tazze colme di acqua già bollente, un pizzico di sale, i chiodi di garofano e mezzo limone, coprire e fare cuocere a fuoco moderato per 10 minuti.Tagliare il cavolfiore a spicchi in 8 pezzi e sistemare i pezzi su una griglia ben calda e fare arrostire e intanto prepariamo il curry mettendo in una padella calda 2 cucchiai d'olio d'oliva, i semi di senape, di fieno greco, la curcuma e le foglie di curry e dopo una breve rosolata aggiungere i cipollotti affettati, l'aglio spremuto allo spremiaglio, lo zenzero e il peperoncino affettati finemente e per ultimo i 2 pomodori maturi a pezzi e rosolare bene per 5 minuti, aggiungere il latte di cocco, i ceci scolati del loro liquido, il cavolfiore arrostito e fatto a pezzi e le fette di ananas a dadini con il loro liquido, coprire e cuocere per altri 5 minuti. Fare una salsa alla menta nel mortaio con la menta, 4 cucchiai di yogurt magro e il succo di mezzo limone e decorare con le foglie di coriandolo. Condire il riso pronto con un filo d'olio e accompagnare con i poppadom scaldati pochi minuti al microonde fino a che fanno le bolle.

Hamburger e noodles in salsa ai fagioli neri

Avete mai provato la salsa ai fagioli neri tipica della cucina cinese? Dovete assolutamente provarla con questa ricetta, perchè è assolutamente squisita. Assaggerete degli hamburger speciali accompagnati dai noodles cucinati nel wok anch'essi alla salsa di fagioli neri e un pinzimonio di castagne d'acqua e aromi freschi. Per 4 persone.

  • 400 gr di carne trita di manzo,
  • 50 ml di salsa di fagioli neri,
  • 2 cucchiai di semi di sesamo,
  • 1 cucchiaio di miele.
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
e per i noodles:
  • 300 gr di noodles all'uovo,
  • 600 ml di brodo di pollo,
  • 1 pezzo di zenzero di cm: 5 circa,
  • 1 peperone rosso e 1 giallo,
  • 1 cavolo cinese pak choi,
  • 100 gr di taccole,
  • 1 mazzetto di coriandolo,
  • 150 gr di funghi enoki,
  • 1 lime,
e per il pinzimonio:
  • 1 barattolo di castagne d'acqua in salamoia,
  • 1 peperoncino e 3 cipollotti, 
  • 1 cucchiaio di salsa di soia,
Mettere la carne trita in una ciotola, condire con sale, pepe e ml: 50 di salsa ai fagioli neri e impastare, dividere in 4 parti e formare gli hamburger, sistemarli in una padella calda con 1 cucchiaio d'olio e non toccare prima che sia ben arrostito.
In un wok già caldo il brodo di pollo e lo zenzero tagliato a fiammifero, aggiungere la salamoia delle castagne d'acqua e portare a bollore e intanto nel robot tritare le castagne d'acqua, il peperoncino e i cipollotti, condire con sale, il succo di 1 lime, le foglie di coriandolo e 1 cucchiaio di salsa di soia e sistemare il pinzimonio al centro del tagliere.
Versare i noodles nel brodo in cottura nel wok, aggiungere 1 cucchiaio di salsa ai fagioli neri e il succo di 1 lime e mescolare e intanto aprire i peperoni, togliere i semi e affettare nel robot insieme al cavolo cinese, le taccole e i gambi del coriandolo, quindi versare tutto sui noodles insieme ai funghetti enochi, mescolare e fare insaporire qualche minuto.
Spargere sugli hamburger gia arrostiti un cucchiaio di miele e i semi di sesamo, saltare bene per fare caramellare e servire insieme alla zuppa e i pinzimonio.

Sardine grigliate e hummus

Ed eccoci di nuovo tra le strade dei suk nordafricani a dividere di nuovo il nostro palato tra piatti antichi e salse nuove. Il menù di oggi è in tutto e per tutto un barbecue fatto in casa con delle sardine grigliate, una mega bruschetta gustosissima, ottime insalate per contorno e la tipica salsa di ceci.  Invitate i vostri amici e rilassatevi.
Le dosi bastano per 4 persone.
  • 600 gr di sarde fresche ed eviscerate,
  • 1 cucchiaino di paprika dolce o affumicata,
e per accompagnare:
  • 2 pani ciabatta,
  • 1 spicchio d'aglio e 3 o 4 pomodorini,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.

  • 4 fette di prosciutto cotto e una manciata di olive,
  • 4 rape rosse precotte,
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico,
  • poche foglie di basilico,
  • 1 finocchio e 1 limone maturo bio,
  • 2 cimette di menta fresca,
per l' hummus di ceci:
  • 1 conf. di ceci lessati,
  • 1 cucchiaio di burro di arachide,
  • 1 limone e foglie di coriandolo(o menta o basilico),
  • 1 pizzico di semi di cumino,
  • 2 cucchiai di yogurt magro,
Con il coltello togliere le coste laterali del pane e poi dividere
i pani in 2 parti per il lungo in modo da ottenere 4 bei crostoni giganti e sistemarli in forno sotto il grill per far colorire e intanto mettere il pesce sul tagliere e condire con sale, pepe e la paprika e sistemarle sulla griglia calda, non toccare prima che siano
diventate belle croccanti, solo allora andranno girate. Affettare nel robot il finocchio (tenete da parte il germoglio centrale per la decorazione del piatto)e il limone, sistemare in una ciotola e condire con olio, sale, pepe e la menta tritata e mescolare per fare insaporire decorando con il germoglio del finocchio già messo da parte.
Cambiare la lama affettatrice del robot senza bisogno di lavare la ciotola e mettere la lama per tritare quindi tritare le rape, sistemarle in una ciotola e condire con olio, sale, pepe e il basilico tritato e mescolare. Adesso con i ceci lessi faremo un ottimo hummus dal caratteristico sapore marocchino: scolare i ceci del liquido di cotture e versarli nel robot, aggiungere il burro di arachide, il succo di 1 limone, un pizzico di cumino, una manciata di coriandolo e tritare fino ad ottenere una purea densa, aggiungere lo yogurt e un pizzico di sale mescolando nuovamente per assemblare i sapori ed assaggiare prima di versare in un'altra ciotola decorando con un filo d'olio. Sistemare tutte le ciotole in un tagliere, aggiungere le fette di prosciutto
a fiore e distribuire le olive, passare uno spicchio d'aglio tagliato a metà e un pomodorino sulle mega bruschette calde e metterle pure sul tagliere e per ultimo ritirare le sardine caldissime e ben colorite e servire con spicchi di limone.

giovedì 14 maggio 2015

Insalata di noodles thailandese ai gamberetti


Dopo la ricetta della zuppa thailandese alla laksa( che sono sicuro vi è piaciuta tantissimo) ho deciso di passarvi pure la ricetta dei noodles in insalata con gamberetti, tofu e semi tostati. Vi piacerà sicuramente, i sapori thailandesi sono assolutamente unici. Provate!
  • 300 gr di noodles,
  • 1 peperoncino e 3 lime,
  • 1 pezzo di zenzero di cm: 5,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna,
  • 2 cucchiai di olio di sesamo,
  • 3 cucchiai di salsa di pesce,
  • 7 o 8 pomodorini,
  • 1/2 mazzetto di basilico o menta o coriandolo,
  • 2 carote e 1 cetriolo,
  • 5 o 6 ravanelli e 1/2 cavolo bianco,
  • mezzo finocchio da insalata,
  • gr: 100 di gamberetti lessi e sgusciati,
  • 200 gr di tofu,
  • salsa chili e 2 lime,
  • 100 gr di arachidi e 2 cucchiai di semi di sesamo,
  • 3 foglie di combava secche,
Versare i noodles in una pentola con acqua bollente e mescolare delicatamente per sciogliere i nidi, coprire e fare cuocere. In una padella calda mettere le arachidi e i semi di sesamo, un cucchiaino di olio di sesamo e le 3 foglie di combava frantumate e fare tostare pochi minuti, quindi togliere dal fuoco. Intanto versare nel robot da cucina gli ingredienti per il condimento: 1 peperoncino, lo zenzero pulito e affettato, l'aglio spremuto, i gambi del basilico, il succo dei 3 lime, i pomodorini, l'olio di sesamo, la salsa di pesce e lo zucchero di canna e frullare fino ad ottenere una salsa, aprire il robot e senza togliere la salsa cambiate la lama per tritare con una lama per affettare, richiudere e affettare il cetriolo, le carote, i ravanelli, il finocchi e il cavolo, quindi svuotare la ciotola del robot in un piatto grande da portata e mescolare bene il tutto usando le mani per stringere un po' le verdure, quindi aggiungere i noodles scolati, le foglie di basilico tritate, assaggiare e regolare di sale, aggiungere i gamberetti lessi, il tofu tagliato a cubetti, e spruzzare con la salsa chili, spargere la frutta secca tostata e accompagnare con spicchi di limone e foglie di menta.