giovedì 30 aprile 2015

Sticky toffee pudding

Jamie Oliver ci confida in una intervista: "questo è il dolce della mia infanzia: mia madre lo faceva sempre per me perché ne andavo letteralmente matto, così abbiamo deciso, io e mia madre, di regalarvi questa ricetta, so che l'apprezzerete e la amerete quanto la amo io". Dosi per una tortiera a ciambella di cm: 24.

  • gr: 450 di datteri della migliore qualità,
  • 4 bustine di tè al bergamotto,
  • mezza noce moscata grattugiata,
  • 1 cucchiaino di cannella,
  • gr: 170 di burro morbido,
  • gr: 170 di zucchero di canna grezzo e gr: 170 di zucchero muscovado,
  • 4 uova grandi bio,
  • gr: 340 di farina autolievitante,
e per la crema toffee:

  • gr: 250 burro,
  • gr: 125 zucchero di canna grezzo e gr: 125 di zucchero muscovado,
  • ml: 50 di rhum,
  • ml: 250 di panna densa,
  • un pizzico di sale,
  •  burro e farina per la teglia,
Con l'aiuto di un coltello togliere i noccioli all'interno dei datteri e metterli dentro il frullatore.Immergere le bustina di tè in ml: 300 di acqua bollente
per 3 minuti e poi versare il liquido sui datteri nel frullatore, mettere la cannella e la noce moscata grattugiata, coprire con il coperchio del frullatore e lasciare ancora in infusione per altri 10 minuti.
Mettere il burro in una ciotola insieme ai 2 tipi di zucchero e impastare con un cucchiaio di legno fino ad amalgamare il tutto, quindi aggiungere le uova uno alla volta e fare assorbire prima di aggiungere il successivo, dopo il 4° uovo aggiungere pure la farina autolievitante e mescolare bene e per ultimo i datteri che avevamo messo già nel frullatore e ben frullati a crema. Versare nello stampo precedentemente imburrato e infarinato e infornare in forno già caldo a 180° per 45 minuti senza mai aprire il forno.
Per la crema toffee mettere il burro in un tegame insieme agli  zuccheri e fare sciogliere, fare bollire pochi minuti e aggiungere il rhum e farlo fiammeggiare, quindi aggiungere la panna densa e mescolare fino a completo assorbimento e togliere dal fuoco. Sfornare il dolce e lasciare intiepidire, capovolgere su un piatto da portata e spennellare tutta la superficie con la crema toffee, versare la crema rimanente all'interno del buco della ciambella. Servire accompagnando con un morbido gelato di vaniglia o un semifreddo e la crema toffee



Panino con bistecca e cipolle caramellate in agrodolce

Forse non finirò mai di passarvi ricette di panino con la bistecca, ma penso che ormai ve ne sarete accorti: il panino con la bistecca è quello che preferisco di più. Dopo quello con le patatine torno per farvi assaggiare questo con le cipolle caramellate: una vera prelibatezza. Provate la ricetta e capirete da soli.
  • gr: 400 di reale di manzo,
  • 2 cimette di rosmarino,
  • una noce di burro,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
  • 1 pane ciabatta,
 per le cipolle caramellate:

  • 2 belle cipolle bianche,
  • gr: 70 di zucchero di canna,
  • 3 foglie di alloro,
  • ml: 125 di aceto di vino rosso,
e per accompagnare:
  • gr: 50 di insalata crescione,
  • limone,
  • salsa senape.
Cominceremo preparando le cipolle: pulire e affettare a fette spesse cm: 1,5 circa, mettere in una padella 2 cucchiai di olio d'oliva, una noce di burro e lo zucchero grezzo, portare a bollore a fuoco moderato e quando lo zucchero è sciolto sistemare le foglie di alloro e le fette di cipolle lasciando che si caramellano un po'. Quando il fondo è ristretto girare le fette di cipolla, abbassare al minimo e aggiungere il vino rosso, 
coprire con il coperchio e fare cuocere per 30 minuti controllando che non asciughino troppo.
Distribuire sulla bistecca le foglie di rosmarino e battere la carne con il batticarne per ammorbidire e insaporire la stessa, quindi oliare con un filo d'olio, salare e pepare e lasciare la carne coperta in un piatto a temperatura ambiente per 1 ora. Mettere la ciabatta in forno a 130° per 10 minuti e intanto scaldare la padella per la bistecca, aggiungere un filo d'olio e mettere la carne, 2 fiocchi di burro e una spruzzata di sale, girare dopo 1 minuto e proseguire la cottura per 3 minuti per lato( fate un po' meno se la desiderate al sangue), quindi togliere dalla padella e sistemarla 
in un piatto con un poco del suo sughetto e fare riposare un paio di minuti per far uscire i liquidi. Dopo averla rigirata per bene mettetela sul tagliere e affettare nel senso inverso alle fibre della carne, tagliare la ciabatta calda a metà e appoggiarle sul tagliere della carne dal lato interno per fare assorbire tutto il sugo della carne,  passate un po' di senape a piacere, sistemavi le fette di cipolla caramellate e la carne affettata, aggiungere il crescione condito con olio, sale e limone e coprire con la parte superiore del pane, schiacciare un po' con le mani e dividere in tranci.

La mia ricetta dell'ossobuco con risotto alla milanese

Anche questa ricetta è un importante pilastro della cucina italiana e sono contento di poterla proporre a voi con tutti i trucchetti per ottenere un sicuro successo. Le dosi bastano per 5 persone.

  • 5 fette di ossobuco di manzo,
  • 2 cimette di rosmarino, 1 di salvia e 2 foglie di alloro,
  • noce moscata, 
  • farina 00 q.b. per infarinare la carne,
  • 2 cipolle bianche e 2 spicchi d'aglio,
  • 1 carota e 2 gambi di sedano,
  • ml: 200 di vino rosè,
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro,
  • 1 litro di brodo di pollo,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
e per il risotto:

  • gr: 450 di riso Arborio,
  • brodo di pollo q.b.
  • 1 cipolla cianca e 1 cuore di sedano,
  • ml: 150 di vino rosè,
  • 1 bustina di zafferano in stimmi,
  • gr: 100 di burro, 
  • gr: 150 di parmigiano,  
  • 1/2 mazzetto di prezzemolo, 1 spicchio d'aglio e un pezzo di scorza di limone per la gremolada.
Cominceremo dalla carne perché richiede più tempo per la cottura: condire la carne con sale, pepe e una grattugiata di noce moscata, quindi passare leggermente nella farina e sistemare le fette in una padella che andrà poi in forno, calda, con 2 cucchiai d'olio e fare rosolare bene prima di girare. Aggiungere 2 foglie di alloro e la salvia e girare per fare rosolare anche l'altro lato. dopo circa 3 minuti togliere la carne dalla padella e metterla in un piatto con il suo grasso e, senza lavare la padella, versare dentro le cipolle, le carote e il sedano tritati insieme, all'aglio spremuto allo spremiaglio.e una cimetta di rosmarino tritata e rosolare bene le verdure quindi versare il vino e lasciare evaporare, aggiungere il concentrato, mescolare e sistemare le fette di ossobuco , bagnare con il brodo di pollo, coprire con un foglio di carta forno bagnata e strizzata e poggiata a pelo sulla carne e per ultimo fare un doppio coperchio con la stagnola e infornare a 180° per 2 ore circa. Mettere lo zafferano in un bicchiere con un po' di brodo caldo e fare riposare coperto. Mezz'ora prima di sfornare la carne cominciare la preparazione del risotto: tritare finemente la cipolla e il cuore di sedano e rosolare circa 15 minuti in un tegame dai bordi alti con 3 cucchiai di olio d'oliva, quindi aggiungere il riso e rosolare fino a che diventa lucido, versare ml: 150 di vino e lasciare evaporare e asciugare, versare 1 mestolo di brodo caldo e continuare ad aggiungere brodo ogni volta che si asciuga, aggiungere pure lo zafferano con il suo liquido e poi regolare di sale e pepe. Dopo 15 minuti di cottura aggiungere un cucchiaio di parmigiano grattugiato e una noce di burro e sciogliere bene mescolando, regolare il risotto all'onda, spegnere il fuoco, coprire e fare mantecare 2 minuti prima di servire, il tempo giusto per estrarre la teglia dal forno, scoprire il tegame e distribuire sulla carne ancora calda una gremolada di prezzemolo, aglio e un pezzetto di scorza di limone ben tritati. Servire il riso in un piatto, sistemando una fetta di ossobuco profumato e una grattugiata di parmigiano.

mercoledì 29 aprile 2015

Fish and chips

Oggi vi darò la ricetta del mio piatto preferito in assoluto: fish and chips oppure pesce croccante e patatine. Dalle mie parti( ma sono contento di considerare "le mie parti" tutto il mondo che ho visitato) è il cibo che adorano tutti grandi e piccini, si mangia in libertà e anche tutti i giorni, perciò mettiamoci al lavoro.

  • gr: 600 di filetto di pesce merlano( tipo merluzzo o nasello),
  • gr: 1,2 di patate per frittura,
  • gr: 250 di farina 00,
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere,
  • ml: 150 di birra scura,
  • 1 cucchiaio di sale grosso,
  • kg: 1 di strutto di manzo(oppure olio di semi di arachide o girasole),
e per le salse a basa di maionese:
  • 2 uova grandi bio, 1 cucchiaino di senape di Digione,olio di semi di girasole e di oliva q.b., limone e aceto di vino bianco,
  • 1 spicchio d'aglio, un cucchiaio di salsa tabasco, acciughe, capperi, cetriolini sottaceto e prezzemolo,
per la salsa al curry:
  • 2 carote, 2 cipolle, 4 spicchi di aglio, 2 cucchiaini di curry in polvere, 1 cucchiaio di salsa di soia, 2 cucchiai di aceto bianco, 3 cucchiai di maizena, 2 cucchiai di chutney di mango, sale,
 per i sottaceti:
  • gr: 500 di carotine baby, aceto di vino bianco,
  • 1 cucchiaio di zucchero, 10 grani di pepe nero, 10 chiodi di garofano, 1 peperoncino secco,
Questi sottaceti potete prepararli qualche giorno prima per averli pronti quando lo desiderate e si mantengono in frigo circa 2 settimane. Pulire le carotine raschiandole un po' per favorire l'assorbimento della salamoia e sistemarle in un barattolo di vetro a chiusura ermetica dove abbiamo versato 2 bicchieri colmi di aceto di vino bianco, 1 bicchiere di acqua bollente, 1 cucchiaino di sale e 1 cucchiaio di zucchero e mescolare bene fino a sciogliere i cristalli di sale, potete variare gli ortaggi da inserire nel barattolo a vostro gusto, tappare e conservare in frigo.
Lavare e pelare le patate, tagliare a spicchi e bastoncini di cm: 1 abbondante per lato e lasciare a bagno mezzora per far perdere l'amido.
Salare con un pizzico di sale grosso la superficie del pesce per far perdere un po' di acqua in eccesso e intanto fare la maionese con i 2 tuorli e 1 cucchiaino di senape montando a mano con una frusta, aggiungere A FILO LENTAMENTE( questo è il trucco per fare un'ottima maionese) 2 o 3 cucchiai di olio di girasole e poi continuare aggiungendo, sempre a filo, l'olio d'oliva fino alla consistenza desiderata, condire con un po' di succo di limone e poche gocce di aceto e assaggiare. Potete dividerla e condire in modi differenti per ottenere altre salse di contorno: potete aggiungere uno spicchio d'aglio spremuto per la salsa aioli, oppure tritare qualche acciuga sottolio, dei capperi, del prezzemolo e dei cetriolini sottaceto per la salsa tartara, oppure aggiungere un cucchiaio di tabasco per una salsa dal gusto piccante...
Certamente non deve mancare la salsa al curry: fare rosolare in un tegame con 3 cucchiai di olio d'oliva 2 cipolle, 2 carote e 4 spicchi d'aglio tritati finemente e rosolare a fuoco moderato per 20 minuti, quindi aggiungere 2 cucchiai di  aceto bianco, 1 cucchiaio di salsa di soia, 1 cucchiaio di chutney di mango, un pizzico di sale e per ultimo 3 cucchiai di maizena, mescolare velocemente per fare assorbire il tutto e poi aggiungere ml: 350 di acqua calda, mescolare e fare restringere la salsa a calore moderato
Per ottenere delle patatine fritte, croccanti fuori e morbide dentro bisogna fare una prefrittura a 140° per 7/8 minuti nello strutto( N.B. usare una pentola larga e con i bordi alti per lavorare in sicurezza e ottenere il miglior risultato), mettere su carta assorbente e riprendere al momento di servire per terminare la cottura e favorire la coloritura delle stesse.
Adesso prepareremo la pastella per il pesce: mettere in una ciotola gr: 120 di farina, aggiungere un cucchiaino di lievito in polvere, un pizzico di sale e ml: 150 di birra scura e mescolare con una frusta, il composto deve risultare non troppo liquido. Mettere il resto della farina in un piatto, con dei tovaglioli di carta assorbente asciugare i filetti di pesce togliendo i grani di sale in eccesso, tagliare a pezzi e passarli prima nella farina, poi immergerli nella pastella, sollevandoli per farli sgocciolare quindi immergere i pezzi di pesce bastanti per una persona nello strutto caldo a 180°, lasciandoli cadere lentamente per evitare schizzi e insieme al pesce mettere pure una porzione di patate prefritte precedentemente. Mescolare con una schiumarola girando i pezzi fino a che prendono colore, quindi togliere il tutto dalla pentola e sistemare sulla carta assorbente e continuare così friggendo una porzione completa alla volta. Accompagnare ogni porzione con le varie salse preparate e i sottaceti.

martedì 28 aprile 2015

Il mio toast al formaggio

Quando avete voglia di un panino non fermatevi alla prima cosa che incontrate per calmare la voglia, fatevi questo super toast al formaggio: poche mosse ma ben seguite vi ricompenseranno con una prelibatezza assolutamente unica, provatelo!

  • ottimo pane bianco a cassetta,
  • burro non salato,
  • formaggio filante tipo cheddar o cheddar red leicester,
Con la grattugia a fori grandi grattugiare il formaggio scelto( o entrambi) e sistemare in un piatto.Tagliare 2 fette dal pane e imburrare le fette da entrambi i lati, quindi riempire di formaggio una fetta e chiudere con l'altra e sistemare il panino così ottenuto in una padella di ottimo spessore scaldata a fuoco moderato e
aspettare 3 minuti per fare tostare il lato a contatto con il fondo,quindi girare per fare tostare anche l'altro lato, mettendo un peso tipo un piatto, sul toast e tostare altri 3 minuti. Togliere il toast dalla padella e spargere sul fondo un po' di formaggio e aspettare che si sciolga e divetti croccante, posare il toast sul formaggio sciolto
e poi con la paletta sollevarlo lentamente e aspettare qualche minuto prima di rivoltarlo nella padella dove , intanto che è sollevato, spargeremo un' altro po' di formaggio. Lasciare che anche sul secondo lato si attacchi il formaggio e servire con la salsa ketchup, la salsa brown, e il chutney di mango aspettando qualche minuto prima di addentare il panino per evitare scottature sul palato.










Maccheroni al formaggio e aragosta

Piatto eccezionale della cucina italiana che oggi rendiamo superbo con l'aggiunta di un'aragosta. Lo so che l'aragosta ha il suo prezzo ma se cercate una ricetta particolare questa è proprio la vostra ricetta, e con una sola aragosta potremo preparare il condimento per 6/ 8 persone!
  • gr: 650 di pasta tipo maccheroni,
  • 1 aragosta di circa kg: 1,8,
  • 1 litro di latte,
  • gr: 50 di farina 00.
  • 2 filetti di acciughe sottolio,
  • 1 pizzico di zafferano in stimmi,
  • gr: 100 di burro,
  • 2 cipolle bianche e 3 spicchi d'aglio,
  • 1 mazzetto di aromi( rosmarino, timo, prezzemolo,basilico..),
  • ml: 50 di vino bianco,
  • 2 cucchiaini di senape inglese,
  • 1 cucchiaino di pepe di cayenna
  • gr: 40 di cheddar,
  • gr: 40 di groviera,
  • gr: 100 di parmigiano più 2 cucchiai a parte già grattugiato,
  • gr: 100 di pangrattato.
In una pentola capace mettere a bollire l'acqua con il mazzetto di aromi e il sale e quando l'acqua è bollente mettere l'aragosta, coprire e cuocere 20 minuti e intanto prepariamo la salsa al formaggio. Tritare finemente le cipolle e mettere in un tegame a rosolare con il burro, aggiungere l'aglio spremuto, un pizzico di sale, le acciughe sottolio, lo zafferano e il pepe di cayenna, sfumare con il vino bianco e fare evaporare, quindi versare la farina e mescolare velocemente per fare assorbire, tostare qualche minuto e poi versare il latte e 2 cucchiaini di senape inglese, mescolare e fare addensare per 10 minuti e nel frattempo puliremo l'aragosta e tenere l'acqua da parte per la cottura della pasta. Staccare le chele e la coda svitandole, svuotare il contenuto della testa che è tipo una cremina scuretta e versarla nel tegame con la salsa ( non buttare la testa svuotata, servirà per la decorazione), schiacciare le chele ed estrarre la polpa morbidissima all'interno e schiacciare leggermente la coda all'interno fino a farla scrocchiare, quindi dal lato delle zampette aprire ed estrarre la polpa(anche il guscio della coda useremo per il decoro del piatto), tritare e sminuzzare bene e versare pure nel tegame con la salsa( se avete calamari o scampi o capesante potete aggiungerle ora a vostro gusto e piacimento) Spegnere il fuoco, mescolare e assaggiare, quindi aggiungere i formaggi grattugiati grossolanamente e mescolare. Cuocere la pasta al dente nell'acqua di cottura dell'aragosta, scolare e versare nel tegame con la salsa ai formaggi, mescolare aggiungendo un po' d'acqua di cottura, livellare la superficie,cospargere con il pangrattato e i parmigiano grattugiato, inserire la testa e la coda dell'aragosta, qualche fogliolina di rosmarino e infornare a 200° per 15 minuti o fino che si forma la crosta sulla superficie.Servire insieme a delle insalatine di campo e fiori commestibili.

Hamburger perfetto per il picnic

Vi spiego tutti i trucchi per fare del vostro panino un hamburger perfetto ma la regola vale bene se lo fate sulla carbonella o fuoco di legna, quindi per il vostro prossimo picnic preparate tutti gli ingredienti per questi fantastici hamburger e vi divertirete un mondo davanti il fuoco ad arrostire la carne. Le dosi indicate sono per 4 persone.

  • gr: 800 tritato di manzo,
  • 2 cipolle rosse e 1 limone,
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco, 
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico,
  • 8 fette di bacon tagliate non troppo sottili
  • 4 cetriolini sottaceto,
  • 4 fette di formaggio tipo red leicester,
  • 3 cucchiai di senape americana,
  • 3 cucchiai di maionese e 2 di ketchup,
  • 1 cucchiaio di tabasco e 1 di salsa worcester,
  • 1 spruzzata di brandy o limone o aceto bianco,
  • mezza lattuga iceberg,
Affettare finemente le cipolle, spargere un pizzico di sale e bagnare con l'aceto bianco e mescolare premendo leggermente per fare ammorbidire.
In una ciotola mettere la maionese,
il ketchup, il tabasco, la worcester e i brandy e mescolare,

assaggiare per regolare di gusto, quindi aggiungere la lattuga affettata sottile e tenere da parte. Con il tritato formare 4 belle polpette, appiattire senza schiacciarle troppo e sistemarle sulla brace calda, quindi appena il primo lato è rosolato girare e con l'aiuto di un pennello passare sulla superficie un poco di senape, aspettare che anche il secondo lato dell'hamburger sia ben rosolato e girare nuovamente per passare la senape pure sul secondo lato facendo
un doppio passaggio per favorirne l'assorbimento. A questo punto
mettere sopra ogni polpetta una fetta di formaggio( va bene anche
una provola piccante oppure un'emmental gustoso) e coprire qualche
minuto con una stagnola a forma di coperchio bombato: questo
aiuterà il formaggio a sciogliersi un po'. Intanto in una padella
calda fare abbrustolire le fette di bacon e togliere dalla padella
dove passeremo i panini tagliati a metà prima di condirli.
Mettere su ogni panino un poco di salsa alla lattuga, poi l'hamburger
con il formaggio ammorbidito, 2 fettine di bacon e la cipolla all'aceto,
1 cetriolino affettato, coprire con l'altra metà del panino e preparatevi
ad addentare spostando bene il resto del corpo per evitare di condire pure i vostri abiti

Huevos rancheros

Tipica ricetta messicana per colazioni complete o pranzi veloci, si diffonde in vaste zone dell'America e, come spesso succede, le varianti diventano infinite. Questa è la mia versione per le colazioni domenicali o per i miei brunch. Per 4 persone:

  • 5 uova bio,
  • gr: 400 di pomodori da insalata misti,
  • 2 cimette di origano fresco,
  • 1 mazzetto di coriandolo fresco,
  • mezzo barattolo di peperoncini sottaceto,
  • 1 conf. di fagioli neri lessati e scolati,
  • 2 avocado maturi e 1 lime,
  • gr: 50 di formaggio filante,
  • 4 tortillas pronte,
  • gr: 50 di burro,
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
Cominciare affettando i pomodori più grossi e tagliando a
spicchi quelli più piccoli in un piatto, salare e pepare e
condire con un filo d'olio e l'origano spezzettato. Mettere i
peperoncini nel frullatore con un po' del loro liquido, il coriandolo
 tenendo da parte un po' di foglie per la decorazione e 2 cucchiai
di olio d'oliva e frullare fino ad ottenere una salsa che verserete in
una ciotola e condire con un filo d'olio in superficie.
Mettere i fagioli neri già scolati in una padella ben calda con 2
cucchiai di olio e 1 cucchiaino di semi di cumino e lasciare che
si abbrustoliscono leggermente, senza muoverli, fino a che
avocado tagliandoli a metà, con un cucchiaio aiutarsi a togliere
a buccia, tagliare a fette e bagnare con il succo del lime.
Scaldare le tortillas ad uno ad uno, in una padella calda solo
da un lato fino a che si gonfiano, quindi infilare dentro una tazza
in modo che raffreddandosi assuma la forma di un fiore e per
ltimo preparare le uova: con una forchetta sbattere le uova
sgusciate in un piatto, quindi farle scivolare in una padella
grande con un pezzo di burro e 2 cucchiai di olio e aspettare
che comincino a rapprendere, quindi con l'aiuto di una spatola
staccare l'uovo dal fondo e portandolo al centro della padella,
continuare l'operazione fino a che le uova sono quasi del tutto
apprese, aggiungere dei fiocchetti di formaggio preparati
ecedentemente con la punta del coltello, quindi togliere dal fuoco
versare in un piatto. Per servire ponete in ogni piatto un po' di
pomodori, di fette di avocado, qualche cucchiaio di fagioli neri
scottati, 1 tortillas, un po' di uovo e qualche cucchiaio di crema
i peperoncini. Si mangia rigorosamente con le mani spezzando
la tortillas a piccoli pezzi e cercando di raccogliere tutti i gusti
insieme per un boccone squisito.

lunedì 27 aprile 2015

Gnudi al burro e salvia

Nei miei viaggi in giro per le cucine del mondo non ho mai trovato un paese più ricco di sapori e di colori come l'Italia: una imponente varietà di ricette davanti alle quali è impossibile resistere siano esse complesse o semplici, come questi gnudi, altro piatto tipico toscano( vi avevo già proposto la panzanella...)davanti al quale non si può non perdersi. Praticamente è un raviolo fatto di solo ripieno senza la pasta intorno e da ciò nasce il nome di gnudo che in Toscana vuol dire nudo. Data la difficoltà di conservazione del prodotto, il piatto si prepara ancora esclusivamente a mano e solo nella quantità che si vuole utilizzare, dalle massaie o cuochi che ancora ne tengono a mente la ricetta.
Gnudi
Queste dosi bastano per 4 persone:

  • gr: 600 di ricotta  di qualità,
  • gr: 100 di parmigiano grattugiato fine,
  • noce moscata,
  • 1 uovo bio,
  • gr: 250 di farina di semola di grano duro,
  • burro non salato di qualità,
  • un mazzetto di salvia fresca,
  • 1 limone bio,
  • sale e pepe q.b.
Procuratevi la ricotta il giorno prima e  lasciatela in frigo, sopra un piatto, a scolare il liquido in eccesso lasciando 2 tovaglioli di carta sotto la ricotta per assorbire bene. Il giorno della preparazione degli gnudi, mettete la ricotta già asciutta in una scodella e schiacciare bene con un cucchiaio di legno o lo schiacciapatate, quindi condire con gr: 50 di parmigiano, l'uovo, un pizzico di sale e pepe e una spolverata di noce moscata, mescolare bene e assaggiare ed eventualmente regolare di noce moscata vostro piacere. Versare una bella spolverata di farina di semola sul piano da lavoro e lasciarvi cadere sopra la ricotta condita, quindi aiutandovi con la farina formate un rotolo che taglierete a tocchetti e farete rotolare nella farina formando delle palline come noci: dovranno formarsi circa 24 palline, e sistemarle in un vassoio infarinato anch'esso, Fare riposare gli gnudi in frigo per tutta la notte lasciando il vassoio scoperto: si asciugheranno e la farina formerà un guscio intorno alla ricotta.
Cuocere la metà degli gnudi( scuotere un po' di farina in eccesso) in acqua bollente salata, ci vorranno 3 minuti circa e intanto in una padella fare sciogliere una grossa noce di burro e rosolarvi appena una decina di foglie di salvia, togliere le foglie e mettere gli gnudi prelevati con una paletta forata ( e intanto buttate subito giù l'altra metà di gnudi)e un poco di acqua di cottura lasciando insaporire con una spolverata di parmigiano appena grattugiato. Spremere poche gocce di limone, aggiungere le foglie rosolate di salvia e impiattare in 2 piatti individuali e ripetere il procedimento per l'altra metà degli gnudi. Ciò permetterà una migliore cura e trattamento degli stessi gnudi, i quali sarebbero troppi da spadellare tutti in una padella. Servire subito ben caldi( per fare ciò provate a scaldare leggermente i piatti) con il parmigiano e una spolverata di pepe.

Bruschetta con rucola e cedro

Sempre in cerca di gusti nuovi per il nostro palato, Jamie ha provato il cedro che, di nuovo non ha niente, anzi fa un salto indietro nel tempo, ma sicuramente propone un modo quasi naturale di mangiare il pane. Dimenticate pani bianchi morbidi e mollicci e fette di pane quadrate e senza profumo e fatevi una bella bruschetta di pane casereccio a lievitazione naturale ben condita con ingredienti del tutto genuini senza nessuna manomissione e datemi la risposta! Dosi per 4 persone.

  • una pagnotta di pane a lievitazione naturale,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • 4 pomodorini,
  • 1 cedro e 1 limone,
  • gr: 50 di rucola,
  • 1 peperoncino rosso,
  • gr: 125 di mozzarella di bufala,
  • foglie di menta fresca,
  • olio d'oliva, sale marino e pepe nero macinato fresco.
Affettare mezzo cedro(lavato e asciugato) con la mandolina in una ciotola e aggiungere la rucola, il peperoncino affettato finemente, la menta tritata, il succo del limone e un filo di olio d'oliva, mescolare e tenere da parte.
Tagliare il pane a fette e mettere sulla griglia ben calda, girare solo quando il lato esposto è ben colorito e grigliare anche l'altro lato, strofinare su ogni fetta di pane ancora calda, uno spicchio d'aglio tagliato a metà, strofinare pure con un pomodorino tagliato a metà e posare sul piatto da portata, spezzettarvi sopra la mozzarella strappandola con le mani e per ultimo distribuire l'insalatina di cedro e rucola, un filo d'olio, una spruzzata di sale e pepe nero.

giovedì 23 aprile 2015

Gnocchi con salsiccia e insalata calda di verdure e nocciole

Ho sempre considerato gli gnocchi come piatto salvezza per la serie : cosa cucino stasera? Provateli con questo sugo al ragù di salsiccia, veloce e gustoso e vi stupirete. Lo accompagneremo con un piatto di verdure calde in insalata con bacon e nocciole tostate. Per 4 persone.

  • gr: 500 di gnocchi,
  • 4 salsicce di ottima qualità,
  • ml: 125 di vino chianti,
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio,
  • 2 rametti di rosmarino fresco,
  • ml: 700 di passata di pomodoro,
  • gr: 200 di broccoletti piccoli e teneri,
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
  • 2 cucchiai di yogurt magro a piacere,
e per l'insalata:

  • gr: 300 di verdure miste: bietole, cavoli,....
  • gr: 200 fagiolini freschi,
  • gr: 40 di nocciole sgusciate,
  • 2 fette di bacon un po' spesse,
  • 1 cucchiaio di sciroppo d'acero o miele,
  • 2 cucchiai di olio d'oliva,
  • 1 cucchiaio abbondante di aceto di sherry,
In una padella ben calda mettere la salsiccia privata della pellicina e sbriciolata e fare rosolare bene insieme ai semi di finocchio e le foglie del rosmarino, quindi bagnare con il chianti e lasciare sfumare a fuoco medio, poi aggiungere i broccoletti piccoli e con i gambi spezzettati e per ultimo la passata, assaggiare prima di regolare di sale e pepe.Intanto mettere i fagiolini già spuntati a lessare in un tegame con acqua bollente e dopo pochi minuti aggiungere le verdure pulite e a pezzi che faremo ammorbidire, quindi togliere con la schiumarola le verdure e sistemarle in un piatto da portata dove abbiamo già preparato 2 cucchiai d'olio, l'aceto, il sale e pepe e mescolare.
 Nell'acqua delle verdure cuocere gli gnocchi. Mentre aspettiamo che salgono a galla mettere in un padellino il bacon tagliato a striscioline e 1 cucchiaio d'olio, poi le nocciole e fare tostare qualche minuto e poi lo sciroppo d'acero o il miele e togliere dal fuoco. Scolare gli gnocchi e versare nel tegame con il ragù alla salsiccia e verdure e lasciare insaporire saltando bene il tutto. Versare il bacon e nocciole sulle verdure calde e servire subito insieme agli gnocchi con qualche cucchiaio di yogurt.

martedì 21 aprile 2015

Bistecca e patate con fagiolini alla francese e funghetti

Io credo che bistecca e patatine sia, in assoluto, il piatto che tutti amano e a tutti tornano in mente i ricordi, quando da bambini, era l'unico piatto che ci rendeva veramente felici a tavola: bastava avere una bistecca e le patatine e il gioco era fatto... Oggi noi aggiungeremo a questo magnifico piatto, dei funghetti alla panna e dei fagiolini alla francese che completeranno con una nota di freschezza.

  • gr: 600 circa di carne per bistecca in unico pezzo,
  • 2 cimette di rosmarino,
  • gr: 600 di patate,
  • gr: 500 di fagiolini teneri,
  • 4 spicchi d'aglio,
  • gr: 200 di funghetti champignons
  • ml: 50 di panna da cucina,
  • 1 cucchiaino di senape di Digione,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
Tagliare le patate già pulite a spicchi e tuffare in acqua bollente salata per 3 minuti, quindi scolare e versare in una teglia da forno, condire con un pizzico
di sale e pepe, una cimetta di rosmarino spezzettata, 
1 spicchio d'aglio schiacciato e posto in un angolo e 
nfornare a 180° per 20 minuti. Sbollentare i fagiolini 
spuntati in acqua bollente per 5 minuti, scolare e passare 
in padella dove li facciamo rosolare insieme a 2 spicchi 
d'aglio affettati e 2 cucchiai d'olio, salare e pepare e fare 
abbrustolire un po' i fagiolini. Affettare i funghi già puliti e 
versare in una padella calda insieme a 2 cucchiai d'olio e 
1 spicchio d'aglio spremuto allo spremiaglio e rosolare a 
fuoco vivace fino a che si asciugano un poco, quindi versare 
la panna e la senape, fare insaporire qualche minuto, spegnere
il fuoco e tenere coperto in caldo.Spruzzare di sale e pepe il 
pezzo di carne, massaggiare con un filo d'olio e il rosmarino tritato e rosolare nella padella ben calda, girando spesso per uniformare la cottura che dovrà durare all'incirca 10 minuti per ottenere una cottura media mantenendo la carne rosa all'interno. Togliere dalla padella e adagiare la carne su un tagliere e fare riposare 3 minuti, quindi tagliare con un coltello affilato delle fettine in sbieco e servire con le patate, i fagiolini e i funghetti caldi.








domenica 19 aprile 2015

Bruschetta di melanzana

Una bellissima bruschetta vegetariana con melanzane arrostite e l'aceto aromatizzato che avevamo preparato nel menù 25 e abbiamo riposto in dispensa. Procuratevi 2 belle melanzane tunisine ora che è stagione e fate un pieno di salute. Dosi per 6/ 8 persone.



  • 2 melanzane tunisine,
  • 1 spicchio d'aglio, 
  • 2 cimette di menta fresca,
  • 1/2 mazzetto di prezzemolo fresco,
  • aceto aromatizzato alle erbe,
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
  • 1 grossa pagnotta di pane a lievitazione naturale.





Tagliare le melanzane a metà e poi affettare a fette di meno di mezzo centimetro di spessore, quindi arrostire su una griglia ben calda tutte le fette da entrambi i lati, quindi condire con una salsina preparata mettendo in una ciotolina 8 cucchiai di olio d'oliva, 3 cucchiai di aceto aromatizzato, le foglie di menta e di prezzemolo tritare, l'aglio spremuto allo spremiaglio,sale e pepe e mescolare bene con le melanzane per assemblare i sapori. Tagliare a fettine il pane e tostare sulla griglia, condire le fette con le melanzane e assaporare tutto il gusto di un piatto tipicamente estivo e campagnolo.

Menù completo 25: riso al limone, funghi fritti all'aceto aromatico e sorbetto

Oggi prepareremo un pranzetto vegetariano ma assolutamente di gusto, con il riso al limone e i funghi fritti e conditi con aceto aromatizzato alle erbe fresche. Completeremo il pasto con un ottimo sorbetto alle pere (rigorosamente mature, vi raccomando), con un gusto particolare e rinfrescante per il palato. Per 4 persone.


  • riso basmati 1 tazza tipo quella da colazione,
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo,
  • 1 cucchiaino di dhal urad( tipo di fagioli neri indiani secchi e sgusciati o piselli secchi e spezzati),
  • alcune foglie di curry,
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere,
  • 1 limone bio e 1 mazzetto di coriandolo fresco,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
per l'aceto aromatizzato:
  • ml: 400 di aceto di vino bianco,
  • 4 rametti di dragoncello fresco,
  • 2 rametti di timo fresco,
  • 2 spicchi d'aglio,
  • 6 grani di pepe bianco.
per i funghi:

  • gr: 350 di funghi misti,
  • gr: 100 di farina 00,
  • foglie di prezzemolo e scorza di limone.
  • aceto di vino bianco alle erbe,
per il sorbetto:

  • kg: 1 di pere molto mature,
  • gr: 200 di zucchero semolato,
  • ml: 200 di acqua e 1 limone,
  • ml: 55 di grappa,
  • dolcetti di sfoglia da forno,
Cominceremo preparando l'aceto in una bottiglietta e inserendo dentro pure gli aromi e l'aglio affettato sottile, tappare e fare riposare almeno 2 ore, meglio se una notte.
Per il sorbetto mettere a bollire l'acqua e lo zucchero per 3 minuti, quindi aggiungere le pere sbucciate, private del torsolo e ridotte in pezzi e fare riprendere il bollore facendo cuocere per 5 minuti, quindi frullare il tutto con il frullatore ad immersione e poi passare al setaccio. Quindi aggiungere la grappa, versare in un contenitore già freddo meglio se di terracotta o ceramica e mettere in freezer a congelare girando con una frusta ogni mezz'ora fino a che si rapprende.
Mettere il riso in un tegame caldo e versare l'acqua bollente, un pizzico di sale, la curcuma e 1 cucchiaio d'olio, coprire e cuocere a fuoco moderato per 10 minuti. In una padella calda versare 2 cucchiai d'olio d'oliva, i semi di senape, i legumi secchi e le foglie di curry facendo rosolare, quindi aggiungere la scorza del limone grattugiata , sale e pepe lasciando insaporire qualche minuto a fuoco basso. Versare il riso in un piatto da portata e condire con questo condimento, il succo del limone e le foglie di coriandolo tritato. Volendo potete accompagnare questo piatto con un buon curry.
Pulire e spezzettare i funghi che andranno inumiditi leggermente e infarinati con la farina condita con una grattugiata di scorza di limone, friggere in un tegame alto con abbondante olio d'oliva ben caldo. Vanno serviti subito conditi con sale, pepe, aceto aromatizzato e prezzemolo tritato.
Fare delle chenelle con il sorbetto e accompagnare con le sfoglie oppure altri dolcetti a vostro piacere.
N.B. l'aceto aromatizzato accompagna bene altri piatti di fritture o di carne e si mantiene ottimo per un paio di mesi.


venerdì 10 aprile 2015

Menù completo 24: merluzzo a forno, salsa tartara e purè ai piselli dolci

Stasera ci concederemo una leccornia: un bel filettone di merluzzo a forno, ma la vera leccornia sta sulla gratinatura da creare sopra il filetto...una bontà. Accompagneremo il filetto con un dolcissimo purè ai pisellini dolci, un'insalata calda al bacon e aceto balsamico e una bella ciotola con la salsa tartara fatta in casa.
  • 2 filetti di merluzzo fresco di circa gr: 600,
  • gr: 200 di pane raffermo,
  • 10 pomodori secchi sottolio,
  • gr: 40 di parmigiano grattugiato,
  • 2 spicchi d'aglio e 1 limone bio,
  • 3 cimette di basilico fresco e 1 peperoncino,
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico,
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio,
  • 5 filetti di acciughe sottolio,
  • rosmarino e timo fresco,
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
per il purè:
  • 4 patate medie,
  • gr: 400 di broccolo a cimette(anche surgelato),
  • gr: 400 di pisellini surgelati,
  • 1 noce di burro,
per la salsa tartara:

  • 1 cucchiaio di capperi in salamoia,
  • 3 cetriolini e 1/2 mazzetto di prezzemolo,
  • 1 limone bio e 4 acciughe sottolio,
  • 3 cucchiai di maionese,
  • paprika e tabasco dolce a piacere.
per l'insalata:
  • gr: 150 di rucola e crescione,
  • 6 fette di bacon e 2 spicchi d'aglio,
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico,
Oliare un teglia rettangolare e posare i filetti, quindi salare e pepare e spargere i semi di finocchio e massaggiare bene i filetti per insaporire e infornare sotto il grill lasciando i filetti con la pelle sotto per 5 minuti.
Intanto mettere nel robot i pomodori sottolio e un po' del loro olio, l'aglio spremuto, la scorza e il succo del limone, il basilico, il parmigiano e l'aceto balsamico e tritare bene il tutto, versare in una ciotola e mettere nel robot senza bisogno di sciacquare la ciotola, il pane raffermo, i filetti di acciughe e un po' del loro olio, l'aglio spremuto e tritare nuovamente. Tirare fuori la teglia dal forno e spargere sui filetti prima uno strato di salsa ai pomodori secchi e poi uno strato con il pangrattato e un filo d'olio e infornare nuovamente nella parte bassa del forno per 20 minuti.Per la salsa tartara mettere nel robot i capperi, i cetriolini, il prezzemolo e le acciughe con un po' del loro olio e frullare, quindi aggiungere uguale dose di maionese, il succo di mezzo limone, la paprika e  mescolare bene assaggiando per regolare di gusto. Per il purè tagliare a pezzi le patate già pulite e tuffare in acqua bollente per 5 minuti, quindi aggiungere il broccolo a cimette e i pisellini per altri 3 minuti, quindi scolare dell'acqua in eccesso e schiacciare con lo schiacciapatate, condire con il burro, un filo d'olio e il sale. Per ultimo mettere il bacon un una padella oliata e rosolare le fettine, togliere le fettine e mettere nella padella 1 cucchiaio di olio, 2 spicchi d'aglio spremuti e 1 cucchiaio di aceto balsamico, la pancetta croccante frantumata e condire con questa salsa calda le insalate.

lunedì 6 aprile 2015

Menù completo 23: insalata di noodles e spiedini di pollo in salsa satè

Piatto tipico della cucina malese e indocinese ha trovato pure un posto importante in Olanda dove è facile ordinare questi spiedini insieme a patatine. Noi li accompagneremo con un'insalata di noodles fredda, una di verdure fresche e un dessert alla frutta fresca.

  • gr: 500 circa di petti di pollo interi,
  • gr: 50 di anacardi,
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo,
  • 1 cucchiaino di miele,
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
per i noodles:

  • gr: 250 di noodles di riso o all'uovo,
  • 1 cipollotto e 1 peperoncino,
  • 1 cucchiaio di salsa di soia e 1 di salsa di pesce,
  • 4 cucchiai di olio d'oliva e 1 di olio di sesamo,
  • i gambi di 1 mazzetto di coriandolo,
  • 1 limone bio,
per l'insalata fresca:
  • 2 lattughe romane in foglie
  • 1 peperoncino e 1/3 di mazzetto di foglie di coriandolo
  • 1 lime e 1 cucchiaio di salsa di soia,
per la salsa satè:

  • 1/3 di mazzetto di foglie di coriandolo,
  • 1 peperoncino e 1 spicchio d'aglio piccolo,
  • 1 pezzo di zenzero di cm: 3 e 2 lime,
  • 3 cucchiai di burro di arachidi,
  • 1 cucchiaio di salsa di soia,
e per il dessert:

  • 1 ananas fresco e 1 mango maturo,
  • 1 cestino di mirtilli,
  • 2 cimette di menta fresca,
  • 4 cucchiai di yogurt al cocco
  • 2 cucchiai di zucchero semolato.
Per la salsa satè mettere tutti gli ingredienti nel robot e frullare aggiungendo un po' d'acqua, versare la metà in una ciotola e useremo il resto per condire gli spiedini. Mettere i petti di pollo sul tagliere allineati uno accanto all'altro e infilzarli con 4 spiedini di legno che abbiamo tenuto a bagno in un po' di vino, quindi tagliare tra uno spiedo e l'altro per ottenere gli spiedini pronti da cucinare. Passare gli spiedini nella salsa satè e massaggiare bene quindi sistemare gli spiedini su una teglia appoggiando gli stecchi al bordo teglia così staranno sollevati e mettere la teglia sotto il grill caldo al massimo e al centro del forno per arrostire in modo uniforme girando gli spiedi ogni tanto ed eventualmente bagnando con il succo scolato sul fondo della teglia. In un padellino caldo tostare leggermente gli anacardi frantumati grossolanamente e i semi di sesamo, quindi aggiungere un cucchiaino di miele e fare caramellare velocemente. Mettere i noodles a bagno in acqua bollente e salata e sciogliere i nidi con un cucchiaio, quindi scolare dopo qualche minuto e raffreddare con acqua fredda e condire con una salsina ottenuta mettendo nel frullatore 1 cipollotto, 1 peperoncino,il succo di 1 limone, la salsa di soia e quella di pesce,il coriandolo, l'olio di sesamo e l'olio d'oliva e frullare. Mescolare bene i noodles insieme alla metà degli anacardi tostati e usare il resto per decorare. Sistemare le foglie di lattuga già pulite in una ciotola, spargere il peperoncino affettato e le foglie di coriandolo e la condiremo con olio e salsa di soia direttamente in tavola. Mettere nel mortaio 2 cucchiai di zucchero semolato e le foglie di menta fresca e pestare fino a che lo zucchero è tutto verde.In un vassoio grande sistemare l'ananas pulito e tagliato in 8 spicchi, il mango preparato a riccio e i mirtilli, quindi spargere con lo zucchero mentolato e accompagnare con lo yogurt al cocco.

domenica 5 aprile 2015

Menù completo 22: capesante con verdure al vapore e brownies al cioccolato

Per questa cenetta particolare ho scelto le capesante surgelate per velocizzare la preparazione senza per questo togliere niente alla qualità del piatto che, con le verdure al vapore, avrà una delicatezza tutta da scoprire. Serviremo pure un ottimo riso e uova stracciate e dei brownies al cioccolato e amarene sciroppate insieme alla frutta.
  • gr: 200 di capesante pulite e surgelate,
  • 1 cucchiaino delle "5 spezie cinesi",
  • 1 limone bio e 1 peperoncino fresco,
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo,
  • 2 spicchi d'aglio e 1 cucchiaino di miele,
  • 1 cavolo cinese e 1 mazzetto di asparagi,
  • gr: 400 di broccoletti piccoli,
  • 2 cucchiai di salsa di soia e una noce di burro,
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
per il riso
  • riso basmati 1 tazza tipo quelle da colazione,
  • 3 uova bio e 3 cucchiai di salsa di soia,
  • 2 cucchiai di olio di sesamo,
  • 4 cipollotti e 1/2 mazzetto di coriandolo,
  • salsa al peperoncino dolce a piacere,
e per il dessert:
  • gr: 200 di cioccolato fondente e 6 cucchiai di cacao amaro
  • gr: 250 di burro morbido e 4 uova grandi,
  • gr: 200 di zucchero e un pizzico di sale,
  • 4 cucchiai di farina autolievitante e una grattugiata di zenzero fresco,
  • gr: 100 di amarene sciroppate, 
  • gr: 50 di noci pecan e la scorza grattugiata di 1 arancia,
  • gr: 200 di panna acida e delle clementine fresche e cioccolato bianco,
Cominceremo preparando il dolce: mettere nel robot da cucina il cioccolato a pezzi, il burro, lo zucchero e il sale, il cacao amaro, lo zenzero, la farina e le uova, quindi frullare fino ad ottenere un composto denso e versare in una teglia rettangolare di cm: 20 x 30 e foderata di carta forno, distribuire bene e spargere la superficie con le noci pecan, la scorza d'arancia grattugiata e le amarene, quindi infornare in forno caldo a 180° per 15 minuti. Intanto mettere il cavolo cinese, i broccoletti e gli asparagi già puliti e a pezzi in un colapasta di metallo e sistemare il colapasta su una pentola con acqua bollente, fare sulle verdure un coperchio con la carta stagnola e fare cuocere al vapore per 10 minuti. Mettere il riso in una padella calda con 2 tazze colme di acqua bollente, sale e 1 cucchiaio di olio, coprire e cuocere a fuoco moderato per 10 minuti. In una ciotola rompere le 3 uova e condire con 3 cucchiai di salsa di soia, 2 cucchiai di olio di sesamo, i 4 cipollotti puliti e affettati a cm: 1 e mescolare bene con una forchetta, aggiungere il succo di mezzo limone e un pizzico di pepe quindi versare sul riso pronto, spargere sulla superficie con un cucchiaio e coprire pochi minuti per fare rapprendere le uova, condire con salsa al peperoncino dolce e foglie di coriandolo. Per ultimo prepariamo le capesante incidendole leggermente con un coltello affilato facendo dei leggeri tagli in sbieco sulla polpa, mettere in un ciotola e condire con sale, pepe, le 5 spezie cinesi, il succo di mezzo limone,1 cucchiaio di olio di sesamo e 1 di olio d'oliva e mescolare i molluschi per fare insaporire, quindi, poco prima di servire in tavola versarli in una padella calda con 2 spicchi d'aglio spremuti allo spremiaglio, la noce di burro e saltare pochi minuti, unire il miele e una grattugiata di scorza di limone.
Servire nei piatti il riso ben mescolato, le verdure al vapore calde condite con una salsina di olio, succo di limone e 2 cucchiai di salsa di soia, e le capesante gustose. A seguire il dessert tagliando il brownie a quadretti, scaglie di cioccolato bianco, qualche cucchiaio di panna acida e delle clementine a spicchi o altra frutta a piacere.

sabato 4 aprile 2015

Menù completo 21: filetto di salmone a forno, riso, tortillas e salsa guacamole

Questo filetto di salmone al forno con salsa di peperoni sarà la nota aromatica della cena e lo accompagneremo con del riso caldo in insalata e delle zucchinette baby all'aceto balsamico. Una gustosa salsa guacamole e tortillas calde completeranno questo menù tipicamente estivo.
  • 1 filetto di salmone fresco di circa gr: 600,
  • 1 peperone rosso e 1 giallo,
  • 4 cipollotti e 1 peperoncino,
  • 1 limone bio,
  • ml: 150 di panna acida,
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
  • 4 tortillas pronte,
per le insalate:
Insalata di zucchinette
  • riso basmati 1 tazza tipo quelle da colazione,
  • gr: 300 di zucchinette baby freschissime,
  • 3 falde di peperoni grigliati sottolio,
  • 1 peperoncino,
  • 1/2 mazzetto di basilico e menta,
  • aceto balsamico,
e per la salsa guacamole:
  • 2 avocado maturi e 2 lime,
  • 1/2 peperoncino fresco,
  • 4 cipollotti e 1 spicchio d'aglio,
  • un ciuffo di foglie di coriandolo,
  • 3 cucchiai d'olio e un cucchiaino di sale
  • 5 o 6 pomodorini,
Faremo per prima cosa la salsa guacamole: mettere gli avocado sbucciati e privati del seme interno nel robot, aggiungere l'aglio spremuto allo spremiaglio, i 2 lime spremuti, il peperoncino,i cipollotti e le foglie di coriandolo, il sale , frullare aggiungendo l'olio e assaggiare prima di versare in una ciotola regolando bene di succo di lime, decorare con i pomodorini appoggiati sulla salsa. E ora passiamo alla preparazione del filetto: affettare i cipollotti a cm: 1 e i peperoni a pezzi di cm: 2, aggiungere il peperoncino tritato e condire con sale,
pepe, olio e il succo di mezzo limone, mescolare bene gli ingredienti e versare in una teglia rettangolare, mettere, sopra le verdure, il filetto e passare tra le verdure per insaporire pure il filetto quindi infornare a 180° per 30 minuti lasciando il filetto con la pelle sopra. Intanto mettere il riso n un tegame con 2 tazze di acqua calda, un pizzico di sale e cuocere a fuoco moderato per 10 minuti. Con il pelapatate affettare le zucchinette in un piatto dove abbiamo preparato il peperoncino e le foglie di menta tritati, sale, pepe, il succo di mezzo limone e 4 cucchiai d'olio e mescolare al momento di servire. Usare gli scarti delle zucchine per condire il riso: tagliare tutto a dadini insieme ai peperoni sottolio, le foglie di basilico e condire con sale, pepe,
4 cucchiai d'olio 1 di aceto balsamico, versarvi sopra il riso ancora caldo e mescolare bene profumando con foglie di basilico. Scaldare le tortillas avvolte in un foglio di carta forno bagnata e strizzata e infornare insieme al salmone.Sfornare il filetto e con l'aiuto della punta del coltello tirare la pelle piano e, girandola su se stessa, posarla di nuovo sul filetto e infornare per 5 minuti per farla arrostire. Servire il filetto nel piatto da portata fatto a pezzi, con i peperoni, il sughetto, qualche cucchiaio di panna acida posta a fiocchi qua e là e la pelle croccante spezzettata.