sabato 19 dicembre 2015

Carpaccio vegano al profumo di aneto

Si tratta di un piatto vegan da presentare come antipasto e si può anche fare il giorno prima. E 'delizioso servito con fette di pane di segale.
 vai al sito

  • 8 barbabietole medie, meglio se di colori diversi;
  • 2 limoni bio;
  • un mazzetto di aneto fresco, tritato finemente;
  • 1 cipolla rossa tritata finemente;
  • 2 cucchiaini di zucchero semolato;
  • 2 cucchiai di olio d'oliva;
  • 1 cucchiaio di capperi in salamoia, scolati e sciacquati;
  • sale marino e pepe nero appena macinato;

Iniziate tagliando le foglie della barbabietola, lasciando circa 2,5 cm di gambo su ciascuno di essi. Mettere in una grande casseruola e coprire con acqua. Portare ad ebollizione, ridurre il calore e lasciate cuocere a fuoco lento, parzialmente coperto, per 40 minuti. Scolare e mettere da parte. Finemente grattugiare la scorza di uno dei limoni e spremere il succo da entrambi, passandolo attraverso un setaccio fine, quindi versare nella brocca del mixer con l'aneto, la cipolla, lo zucchero, l'olio di oliva, i capperi e 1 cucchiaino di sale. Frullare con il frullatore tutti gli ingredienti insieme fino a quando sono bene amalgamati. Passare le barbabietole sotto l'acqua fredda e far scorrere delicatamente le bucce (dovrebbero staccarsi facilmente). Tagliare le cime e fondi dalle barbabietole e scartare. Quindi, utilizzando una mandolina o un coltello affilato, tagliare le barbabietole a rondelle molto sottili. Disporre le fette di barbabietole su un piatto da portata e cospargere con 1 cucchiaio il condimento all'aneto e capperi appena preparato, lasciandolo affondare in ogni fessura delle barbabietole. Coprire con pellicola trasparente e lasciare raffreddare in frigorifero per almeno 2 ore prima di servire.
Pippa Kendrick

Nessun commento:

Posta un commento