giovedì 29 ottobre 2015

Spiedini di pollo esotici alla brace

Le spezie usate per condire questi piccoli bocconcini di pollo daranno un tocco esotico e profumato al menù di oggi.


  • 4 petti di pollo ruspante, senza pelle;
  • 1 grosso peperone rosso;
  • 2 spicchi d'aglio;
  • 1 pezzo di zenzero fresco di circa 3 cm;
  • 140 g di yogurt naturale;
  • 60 ml passata;
  • 1 cucchiaino di garam masala;
  • mezzo cucchiaino di paprika affumicata;
  • mezzo cucchiaino di curcuma in polvere;
  • olio d'oliva;
  • sale marino e pepe nero appena macinato;
Sistemare 12 spiedini di legno in ammollo in un vassoio con acqua fredda, questo eviterà di farli bruciare sulla griglia. Sbucciare l'aglio e lo zenzero, poi grattugiare con la grattugia e versare in una grande ciotola. Aggiungere lo yogurt, la passata, 1 cucchiaio di olio d'oliva e le spezie e mescolare bene. Tagliate il pollo prima a strisce e poi a pezzi di circa 2,5 cm e aggiungere nella ciotola con gli aromi e le spezie, mescolare bene e condire con un piccolo pizzico di sale. Lavarsi bene le mani, la tavola e il coltello dopo questa operazione. Coprite la ciotola con pellicola trasparente e mettere in frigo a marinare per circa 2 ore. Nel frattempo tagliare il peperone, togliere i semi e i filamenti interni e tagliare grossolanamente in pezzi della stessa dimensione del pollo. Togliere gli spiedini dall'acqua e infilzare gli ingredienti alternando il pollo con il peperone evitando di spingere troppo vicini tra loro altrimenti non cucineranno correttamente. Posizionare tutti gli spiedi così preparati sul vassoio e condire con un filo d'olio d'oliva. Mettete la piastra a fuoco vivo per riscaldare (si possono cucinare pure sotto il grill o sul barbecue). Mettere gli spiedini sulla piastra e cuocere da 10 a 15 minuti, comunque fino a cottura, girando ogni 2 minuti per favorire una bella doratura su tutti i lati. Una volta cotte, trasferire gli spiedini in un piatto da portata e servite con una fresca insalata zingy, del riso basmati oppure delle focacce.

Nessun commento:

Posta un commento