mercoledì 4 marzo 2015

Kofta d'agnello, tortillas e verdure

Piatto tipico asiatico, si distribuisce bene dalla Turchia a tutti paesi asiatici e bassoeuropei: dalla Grecia, all'Albania, dall'Iran a tutti gli stati mongoli e altro non sono che svariati tipi di polpette. Quasi sempre d'agnello o montone, nelle diverse culture possono essere pure di pollo, maiale, manzo, tacchino e possono essere pure vegetariane. Oggi noi le prepareremo con carne trita d'agnello, sistemando la carne su uno spiedo per favorire la cottura arrosto, ma voi fatele con quello che più vi  piace, seguendo sempre la ricetta le cui dosi bastano per 4 persone.

Kofta d'agnello e tortillas con verdure
  • gr: 400 di  tritato d'agnello,
  • 2 cucchiai di pangrattato,
  • 1 cucchiaio di pistacchi interi o spezzettati,
  • 1 cucchiaino di semi di cumino,
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio,
  • 4 peperoncini in salamoia, 
  • salsa piccante a piacere,
  • 4 tortillas pronte,
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
e per accompagnare:
  • 1/2 cavolo rosso e 1 cipolla rossa,
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco,
  • 1 lattuga lunga e 1/2 cetriolo,
  • 4 o 5 ravanelli teneri con il ciuffo di foglie
  • 4 cucchiai di yogurt magro,
Per prima cosa prepariamo le verdure sottaceto: affettare finemente il cavolo rosso e la cipolla, sistemare in una ciotola e condire con un pizzico di sale, 2 cucchiai d'aceto e 1 cucchiaio di zucchero e mescolare bene con le mani stropicciando un po' le verdure e lasciare riposare. Tagliare la lattuga in pezzi aggiungere il cetriolo affettato sottile dopo averlo inciso per il lungo con una forchetta tutto intorno e i ravanelli tagliati a spicchi con il ciuffetto di foglie, condire con olio sale pepe e aceto bianco e mettere da parte in una ciotola.
Impastare il tritato con il pangrattato e dividere in 4 parti, sistemare ogni parte su uno spiedo di metallo e facendo aderire bene con le mani lasciare la superficie con la forma delle dita che schiacciano: ciò aumenterà la superficie di cottura durante la fase di grigliatura. Sistemare gli spiedi sulla griglia caldissima, salare e pepare in superficie e non toccare prima che abbia assunto un colore quasi brunito( aprite le finestre e tenete il fuoco vivace se volete un ottimo risultato) e 4 peperoncini in salamoia per fare arrostire anch'essi.Nel frattempo in  una padella calda metteremo i pistacchi, i semi di finocchio e di cumino e li faremo tostare qualche minuto, quindi versarli in un mortaio e pestare per frantumare i semi, che sistemeremo in un vassoio. Controllare che gli spiedi siano perfettamente arrostiti girandoli spesso e una volta pronti aggiungere 2 cucchiaini di salsa piccante rigirandoli un'ultima volta, quindi passateli sul vassoio con i semi tostati rigirandoli ad uno ad uno per fare aderire i semi e i pistacchi sulla superficie. Servite su un piatto mettendo una tortillas, posare lo spiedo caldo e accanto sistemare il cavolo rosso, le verdure in insalata, qualche cucchiaio di yogurt e salsa piccante a piacere.

Nessun commento:

Posta un commento