venerdì 2 ottobre 2015

Gnudi ricotta e basilico

Per questo piatto servirà la ricotta e il basilico più freschi che riuscite a trovare e poi fare preparare tutto il giorno prima per ottenere il miglior risultato!

 vai al sito
Gnudi al basilico
  • 2 mazzetti di basilico fresco;
  • 250 gr di ricotta fresca;
  • 125 gr di parmigiano grattugiato;
  • 2 uova grandi bio e 1 tuorlo;
  • 75 gr di farina;
  • farina di semola, per spolverare;
  • 15 gr di burro;
  • 1 limone bio;
  • 30 g di pecorino grattugiato;
Mettere i due terzi delle foglie di basilico in una padella a fuoco basso, aggiungere una spruzzata di acqua e fare appassire a fuoco moderato, quindi togliere dal fuoco e lasciare raffreddare, poi spremere l'acqua in eccesso. Mettere le foglie in un frullatore con 75 gr di ricotta e frullare. Trasferire in una grande ciotola insieme alla ricotta rimanente, il parmigiano e le uova, e lavorare vigorosamente con una frusta fino a renderla chiara ed ariosa. Con un cucchiaio aggiungere la farina al composto di ricotta, aggiungendone un po 'di più se è troppo appiccicoso: deve essere morbido e umido.
Cospargere uno strato di 5 mm con la farina di semola una teglia da forno, riempire una tasca da pasticciere con il composto di ricotta e tagliare l'apertura 1,5 cm. Fare lunghe strisce di composto sul vassoio, distanti circa 1,5 cm tra loro. Cospargere le strisce con un altro spesso strato di farina di semola, poi tagliarli a pezzi di 2 o 3 cm, assicurandosi che gli gnudi sono ben rivestiti di farina. Coprire il vassoio con pellicola trasparente e riporre in frigo tutta la notte.
Togliere il vassoio dal frigo almeno 2 ore prima della preparazione e lasciare a temperatura ambiente.
Fate sciogliere il burro in una padella a fuoco lento e aggiungere il resto delle foglie di basilico. Cuocere per
1 o 2 minuti, fino a quando il burro comincia a bollire e le foglie prendono una forma arricciata, grattugiare la scorza di mezzo limone e lasciare insaporire. Trasferire in una ciotola e mettere da parte. Portare una grande pentola di acqua salata a ebollizione, passare gli gnudi in acqua con una schiumarola  e cuocere a fuoco medio aspettando che tornino a galla dopo circa 1 paio di minuti, quindi rimuoverli con un mestolo forato e delicatamente farli saltare nel burro preparato. Dividere nei piatti e servire con pecorino grattugiato decorando con foglie di basilico in cima. Dividere il resto del limone e servire nel piatto.

Nessun commento:

Posta un commento